musicaurbis

HOMMAGE A
HECTOR BERLIOZ

 

Ingmar LAZAR pianoforte  

27 luglio 2019 

Casa della Cultura Matteo d’Acquasparta – ACQUASPARTA

ore 21,30

PROGRAMMA

JOSEPH HAYDN (1732-1809)
Variations en fa mineur, Hob XVII/6.

LUDWIG VAN BEETHOVEN (1770-1827)
Sonata per pianoforte n. 32 in Do minore, Op. 111
I. Maestoso – Allegro con brio ed appassionato
II. Arietta – Adagio molto, semplice e cantabile

HECTOR BERLIOZ (1803-1869)
Sérénade agreste à la Madone sur le thème des pifferari romains

FRÉDÉRIC CHOPIN (1810-1849)
Scherzo n. 3 op. 39

FRANZ LISZT (1811-1886)
dai 12 Lieder von Franz Schubert, S. 558
Der Wanderer

MAURICE RAVEL (1875-1937)
da Miroirs
Oiseaux tristes
Une barque sur l’océan

ALEKSANDR NIKOLAEVIČ SKRJABIN (1871-1915)
Piano Sonata n. 5, Op. 53

BIOGRAFIA

lazar2

Nato nel 1993 a Saint-Cloud, in Francia, Ingmar Lazar ha iniziato a suonare il piano all’età di 5 anni. Ha debuttato all’età di 6 anni alla Salle Gaveau di Parigi. All’età di 10 anni vinse il Concorso Internazionale EPTA a Namur, in Belgio, e nel 2008, C.I.M. Concorso internazionale in Val d’Isère, Francia.

Nel 2013 ha ricevuto il Tabor Foundation Piano Award al Verbier Festival, in Svizzera, e nel 2016 è diventato vincitore della Fondazione Safran per la musica in Francia. E ‘stato invitato a esibirsi nelle sale più prestigiose del mondo come la Sala Grande del Conservatorio Tchaikovsky e il Centro Internazionale delle Arti dello Spettacolo a Mosca, l’Auditorium Charles Bronfman a Tel Aviv, il Concertgebouw ad Amsterdam, Herkulessaal a Monaco, la Fondazione Internazionale Mozarteum a Salisburgo, Ateneo rumeno e la Seine Musicale di Parigi per citarne alcuni, così come in molti festival tra cui Festspiele Meclemburgo-Pomerania Anteriore, Festival delle Settimane europee a Passau, Festival pianistico internazionale La Roque d’Anthéron, Festival internazionale di Colmar, Dinard International Music Festival, Festival Chopin a Parigi, Festival Les Piano Folies a Le Touquet-Paris-Plage, Festival 1001 Note al Festival della musica Limousin e Estate Regina a Montecatini Terme.

Si è esibito sotto la direzione di Julien Chauvin, Anna Duczmal-Mróz, Constantin Adrian Grigore, JeanJacques Kantorow, Nicolas Krauze, Vladimir Spivakov, Peter Vizard e con orchestre come la National Philharmonic of Russia, i Virtuosi di Mosca, l’Orchestre Lamoureux , l’Orchestra Sinfonica di Toruń, Le Concert de la Loge, l’Orchestra da Camera Radio Romena, l’Orchestra Sinfonica Accademica Filarmonica di Lviv, l’Orchestra Sinfonica del Festival di Chioggia. Come musicista da camera, condivide il palco con Alexandre Brussilovsky, Nicolas Dautricourt, Benjamin Herzl, Stanislas Kim, Jean-Claude Pennetier, Fedor Rudin, François Salque, Christoph Seybold, Ekaterina Valiulina, Brieuc Vourch, Quatuor Hermès e Vision Stringa Quartetto.

I suoi concerti sono stati trasmessi in radio (France Musique, France Inter, BR-Klassik, SRG SSR – Radio Swiss Classic, RTS – Espace 2, ORF-Ö1, NPO Radio 4, Radio România Muzical) e in televisione (Mezzo, TF1, M6 ). Ha inciso diversi CD sia come solista che in duo con il violinista Alexandre Brussilovsky per l’etichetta Suoni e Colori. Le sue incisioni, tra cui Wanderer Fantasie e Sonata D.959 di Schubert, pubblicate nel 2017 sull’etichetta Lyrinx, hanno ricevuto una valutazione a cinque stelle dalla rivista Classica e sono state premiate con “France Musique’s Choice”. Un recital di Beethoven (Bagatelles op. 33, Sonate op. 81a “Les Adieux” e op. 111) registrato dal vivo al National Theatre di Marsiglia “La Criée” è stato rilasciato nel febbraio 2019 sulla stessa etichetta. Ex allievo di Valery Sigalevitch a Parigi, ha proseguito gli studi con Vladimir Krainev e Bernd Goetzke alla Hochschule für Musik, Theater und Medien Hannover. Successivamente ha frequentato l’Accademia pianistica internazionale Lago di Como e il Conservatorio della Svizzera italiana (Lugano) come studioso Theo Lieven, dove ha studiato con Dmitri Bashkirov, Malcolm Bilson, Fou Ts’ong e Stanislav Ioudenitch. Ha conseguito il Master in Performance presso l’Universität Mozarteum di Salisburgo nella classe di Pavel Gililov con le più alte distinzioni. È titolare di una borsa di studio dell’Accademia Internazionale di Musica in Liechtenstein e partecipa regolarmente alle sue attività, ed è anche membro dell’Accademia di musica di Philippe Jaroussky. Dal 2016, Ingmar Lazar è stato il fondatore e direttore artistico del Festival du Bruit qui Pense, situato a Louveciennes negli Yvelines, nel centro-nord della Francia. Il suo obiettivo è creare forti legami tra artisti e pubblico con interviste e discussioni post-concerto interattive